• IL SISTEMA A CAPPOTTO è ormai ampiamante utilizzato in
    tutta Europa, sia per finiture d'edificii già esistenti.

    Il sistema d'isolamento termico a cappotto FERRITHERM è semplice da applicare.Consiste nel fissare sulle pareti esterne dell'edificio, tramite malte collante e tasselli, pannelli isolanti di varia natura (polistirene espanso, alla grafite, sughero, lana di roccia, lana di vetro, ect.)
    Si procede poi all'applicazione finale del rivestimento, come decorazione e protezione degli strati sottostanti e dell'intero sistema, con prodotti e finiture a base acrilica o silossanica.Il sistema di isolamento termico a cappotto FERRITHERM assicura lunga vita all'edificio,decorando e proteggendo contemporaneamente.
  • PER RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA si intendono tutti i provvedimenti atti a migliorare la qualitá energetica di un edificio.

    Con le nuove normative europee ed il D.L.311-06, sono stati fissati dei parametri ai quali le nuove costruzioni devono attenersi. Le nuove normative indicano in modo inequivocabile nuovi criteri costruttivi per il risparmio energetico negli edifici, il ricorso alle fonti energetiche alternative ed i valori di trasmittanza termica. L’Italia è stata divisa in zone climatiche:
    A - B - C - D - E - F e, per ogni zona, ci sono determinati valori da rispettare.L’attestato di Certificazione Energetica deve essere preparato da un professionista abilitato, presentato al comune di competenza e deve riportare i fabbisogni di energia primaria di calcolo oltre che la classe di appartenenza dell’edificio.
  • LE DISPERSIONI TERMICHE di un edificio sono per lo più dovute alla trasmissione del calore attraverso il suo involucro, nella fattispecie pareti, pavimenti, tetto e finestre.

    Questi componenti contribuiscono alla perdita di energia termica in funzione della loro capacità di farsi attraversare dal calore. Questo fenomeno viene chiamato “della trasmittanza ”: più è ridotta, minore sarà la dispersione di energia termica attraverso un determinato elemento. In virtù delle maggiori superfici in gioco, le pareti sono il principale responsabile della dispersione di calore. Per questo è opportuno intervenire con il Sistema a Cappotto, non solo per beneficiare delle agevolazioni fiscali, ma anche per ridurre i costi di riscaldamento e raffreddamento dell’edificio e per rispettare l’ambiente. Limitare i consumi, infatti, significa anche ridurre le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera. I tempi di ritorno dell’investimento sostenuto variano molto da caso a caso. Tuttavia, per dare un’idea di costi e benefici, mediamente il costo di un intervento medio si aggira attorno ai 40-60 ¤ al m2 (detraibili al 55% secondo Legge Finanaziaria) e, nel caso di un buon intervento a Cappotto, i costi di riscaldamento si abbattono di un 60-70% sulla spesa annua.
  • IL MIGLIORAMENTO DELL’ISOLAMENTO ACUSTICO con il Sistema a Cappotto è possibile solo utilizzando isolanti con bassa rigidità dinamica, ad esempio polistirene espanso elasticizzato o lana minerale.

    L’opportunità di realizzare con il rivestimento termoisolante a Cappotto anche un miglioramento acustico della parte cieca della facciata appare interessante da molti punti di vista. In primo luogo in molti casi le parti cieche degli edifici non danno sufficienti valori di fonoisolamento. In secondo luogo i valori di fonoisolamento in base a normativa vigente sono piuttosto bassi e non tengono conto dell’elevata rumorosità dei centri urbani.
  • SPESSO D’INVERNO SI TENDE AD ALZARE DI MOLTO LA TEMPERATURA del termostato e d’estate si agisce esattamente in maniera contraria.

    Tuttavia questo è un comportamento assolutamente errato, non solo in funzione dei consumi, ma anche in riferimento al comfort ambientale. Infatti tenendo conto delle caratteristiche della termoregolazione corporea dell’uomo, la situazione di comfort abitativo si raggiunge laddove la temperatura dell’ambiente interno è molto simile a quella dell’esterno. Il Sistema a Cappotto consente di mantenere elevata la temperatura interna riducendo la differenza rispetto quella ambientale. Un insufficiente isolamento termico, oltre a limitare il comfort ambientale, porta altresì alla formazione di ponti termici (soprattutto in corrispondenza di radiatori, infissi, pilastri ecc..) i quali oltre a disperdere calore, incidono fortemente nella creazione di muffe sulle superfici interne. Per quanto riguarda i muri esterni poi, il Cappotto evita forti escursioni termiche che andrebbero a creare fessure e crepe molto evidenti.
© 2011 Ferri S.r.l. P.IVA 01612540342 - Tutti i diritti sono riservati